investimenti in criptovalute

Investimenti in Criptovalute: conviene ancora? Previsioni, rischi e opportunità per il futuro

Il settore degli investimenti in criptovalute da diversi anni è costantemente sotto osservazione dagli esperti di alta finanza e di investimenti su asset di varie tipologie.

È un mercato che ha regalato delle soddisfazioni e periodi meno floridi, ma quali sono le previsioni per il futuro?

È ancora conveniente pensare di puntare sulle criptovalute oppure ci sono troppi rischi e poche opportunità? Scopriamolo insieme.

Che cosa sono le criptovalute e cosa rappresentano per gli investitori del settore

Le criptovalute, utilizzate per effettuare transazioni economiche tramite crittografia, suscitano l’interesse degli investitori e degli esperti del settore degli investimenti in criptovalute, poiché non sono emesse né controllate dalle banche centrali.

Questo è importante perché significa che non sono sottoposte alle politiche dei vari governi e non sono influenzate da crisi causate da qualsiasi settore macroeconomico, come recentemente successo nel comparto energetico.

Il sistema di funzionamento degli investimenti in criptovalute è molto semplice, basato sul cosiddetto portafoglio digitale, noto come Wallet.

In pratica, si tratta di un software che consente la completa gestione della moneta, permettendo di custodirla senza alcun rischio e soprattutto di ricevere valute e di inviarle.

Ci sono diverse criptovalute che hanno ottenuto un certo successo e che sono diventate molto famose, come nel caso del Bitcoin, che ha raggiunto prezzi importanti di circa 60.000 dollari, soprattutto se si tiene conto che nel 2009 il suo valore era praticamente pari a zero.

Gli investimenti in criptovalute possono rappresentare un’opportunità interessante per diversificare il proprio portafoglio di investimenti.

Gli scenari presenti del settore delle criptovalute e cosa attendersi dal futuro

L’anno 2022 è stato certamente importante per il mercato delle criptovalute visti i tanti eventi che si sono alternati.

Lo scenario è abbastanza complesso e articolato perché ci sono alcuni fattori da considerare e soprattutto dati storici che potrebbero indurre ad una rimodulazione della percezione delle criptovalute.

Innanzitutto, c’è da dire che nei primi mesi del 2023 non ci sono stati eventi significativi e cambiamenti. Il valore di un Bitcoin si è comunque tenuto stabile intorno ai 17.000 dollari.

Secondo gli analisti, probabilmente, ci saranno dei piccoli periodi durante i quali il valore arretrarà leggermente per poi ricrescere.

Bisogna, insomma, prevedere e centrare le fluttuazioni del prezzo in maniera tale da beneficiarne quanto più possibile.

Questo scenario, probabilmente, riguarderà anche il mercato degli investimenti in criptovalute.

Secondo gli esperti ci sarà una tendenza che vedrà una diminuzione degli scambi e questo potrebbe comportare anche una diminuzione per quanto riguarda il numero di trader che attualmente sono presenti sul mercato.

Insomma, questo è un momento abbastanza interlocutorio per le criptovalute in generale ma c’è ancora ottimismo e la possibilità di cogliere delle opportunità che, secondo molti, potrebbero palesarsi a partire dall’Halving di Bitcoin in programma nei primi mesi del 2024, evento di rilevanza per gli investimenti in criptovalute.

Per gli analisti questo potrebbe essere l’evento che permetterà di dar vita a una sorta di disgelo delle criptovalute che potrebbero tornare ad essere estremamente interessanti per gli investitori.

Magari potrebbe essere utile partecipare a degli eventi aziendali durante i quali si dibatte di investimenti in criptovalute e si potranno conoscere dei dati più significativi rispetto al periodo e a quello che potrebbe essere lo scenario nell’immediato futuro.

Investimenti in Criptovalute: conviene ancora  Previsioni, rischi e opportunità per il futuro

L’impatto delle politiche delle borse centralizzate sulle criptovalute

Il principale problema delle criptovalute negli ultimi mesi e soprattutto legato ad una mancanza di sicurezza e di sostenibilità da parte del mercato.

In particolare c’è stata l’esperienza negativa di FTX che ha posto un pesante punto interrogativo sulla trasparenza delle piattaforme centralizzate e ha fatto nascere la necessità di porre delle regole che permettano a tutti di operare in maniera ottimale.

Sono già in atto delle politiche da parte delle borse centralizzate e soprattutto dell’Unione Europea e del GAFI, intenzionata a stabilire una sorta di recinto entro il quale le piattaforme che permettono di investire sul mercato delle criptovalute dovranno muoversi.

Tra l’altro, gli stessi interlocutori del settore sono positivi rispetto a questo genere di scenario in quanto reputano che in questo modo i clienti che utilizzano le piattaforme di exchange potranno avere maggiore fiducia e investire con la consapevolezza dello scenario.

I dati del mercato attuale e i possibili scenari futuri per le criptovalute

L’adozione da parte di enti governativi ed organizzazioni che si occupano di investimento del mercato, di nuove regole per stabilire dei punti fermi per tutti gli investitori che utilizzano per piattaforme di exchange è certamente un passo importante.

Una sorta di ripartenza che permetterà agli investitori di avere uno scenario migliore davanti e ci saranno minori rischi sotto questo punto di vista.

Per il futuro è comunque lecito attendersi un mercato delle criptovalute abbastanza volatile per cui è difficile prevedere con estrema precisione quali saranno i periodi migliori per poter investire il proprio denaro e ottenere un guadagno che sia congruo alle proprie aspettative.

Tuttavia è possibile prendere in considerazione delle tecniche di investimento che consentono di accedere a delle soddisfazioni, soprattutto quando ci si trova a gestire un mercato ribassista.

Ad esempio, è importante diversificare il proprio portafoglio per distribuire l’investimento su più asset e avere la possibilità di disporre di un classico bene rifugio come, ad esempio, potrebbe essere l’oro.

Un’altra metodologia di investimento che viene consigliata da esperti e analisti è di sviluppare un piano di dollar cost averaging (DCA).

Deve essere programmato su una base mensile in maniera tale da avere l’opportunità di sfruttare al meglio la crescita di questo asset nei successivi 24 mesi.

Ulteriori consigli degli esperti sul mercato degli investimenti in criptovalute per i prossimi anni

Tra il 2020 e il 2021, per una serie di situazioni, si è assistito nel mondo ad un periodo in cui c’è stata una vera e propria bolla speculativa che ha interessato principalmente i Bitcoin, ossia la più famosa delle criptovalute.

C’è stato un punto di picco del mercato che ha consentito il raggiungimento della strabiliante cifra di 60.000 dollari nel marzo del 2021 per poi crollare in maniera quasi drammatica.

Molti esperti sono d’accordo nel ritenere che investire in Bitcoin nell’immediato futuro non permetta di avere quelle prospettive di guadagno che invece c’erano in passato.

Diciamo che questo è un fenomeno storico che si ripete ciclicamente con i nuovi asset che inizialmente creano grande entusiasmo per poi appiattirsi nel corso degli anni.

Per poter investire sui Bitcoin e in generale su qualsiasi altro genere di criptovaluta, è indispensabile scegliere una buona piattaforma per godere dei servizi offerti da un broker affidabile e rispettoso delle regolamentazioni e delle autorizzazioni che oggi bisogna avere per operare sul territorio nazionale. Naturalmente sulla sicurezza c’è un discorso di fondo da fare.

Qualsiasi genere di investimento non può essere sicuro al 100% altrimenti non sarebbe un investimento. Questo vale per i mercati azionari ma anche per qualsiasi altra cosa si progetti di fare nella propria vita.

C’è sempre un fattore di rischio e una percentuale che tutto possa risolversi con una perdita. Il consiglio è dunque sempre quello di affidarsi a broker che si sono dimostrati professionali e soprattutto diversificare l’investimento in maniera tale da poter gestire al meglio le proprie risorse.

Un aspetto cruciale è quello di informarsi costantemente per avere informazioni sull’asset che si sta prendendo in considerazione e prepararsi repentinamente a quelle che sono ormai tendenze consolidate, ossia le continue oscillazioni del prezzo che può crescere velocemente così come perdere di valore altrettanto velocemente.

Magari potrebbe essere utile partecipare a meeting in cui professionisti e aziende del settore mettono a disposizione delle informazioni per restare aggiornati e capire meglio quali sono le dinamiche del mercato, in maniera tale da poter pensare ad un investimento almeno teoricamente vincente.